L'Azienda

Sino alla fine degli anni '60, la maggior parte dei prosciutti prodotti veniva disossata dagli acquirenti stessi o all'interno dei salumifici dove ancora non esisteva la figura del disossatore specializzato. La disossatura veniva infatti svolta all'occorrenza da quasi tutti gli operai. azienda All'inizio degli anni '70, con la definitiva trasformazione (da artigianale a industriale) della produzione e lavorazione del prosciutto di Parma nella Food Valley, nasce la figura dell' operaio specializzato disossatore. E' appunto tra questi che nascono le prime imprese artigiane private di disossatura, e tra le prime quella di Umberto Boschi e il figlio Giovanni, che nel 1972 iniziano la loro attività disossando completamente a mano con sgorbia e coltello, e cucendo i prosciutti disossati con ago e spago con una media di 100 prosciutti al giorno. Il trasferimento nella nuova struttura di via Mulino Fabiola 14, il costante interesse verso le nuove tecnologie nonché la periodica introduzione di nuovi sistemi di lavorazione, portano nel 1985 la Disossatura Langhiranese a raggiungere una produzione di 250/300 disossati al giorno. Gli anni '90 rappresentano un periodo di grande incremento produttivo passando a 700/800 prosciutti al giorno. Dal 2000 in poi, Disossatura Langhiranese si è specializzata esclusivamente sul disosso dei prosciutti crudi per il pre-affettato. Infine, dal 2007 la direzione ha effettuato un importante investimento per rivisitare totalmente lo stabilimento ed ampliare la superficie disponibile, in modo da soddisfare le maggiori richieste da parte dei clienti, migliorare l'organizzazione e la qualità dell'ambiente di lavoro, portando la produzione a 2.500/2.800 pezzi al giorno.